Figli del Sacro Cuore

LOGO---Figli-del-Sacro-cuore-di-Ges-1

Scrivici

  • Richieste di preghiera
  • Guestbook

hands-clasped-in-prayer1

guestbook

Novene del mese

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Prev Next

Novena a San Luigi Gonzaga

Novena a San Luigi Gonzaga

Dal 12 al 20 giugno

Novena delle rose in onore di santa Tere…

Novena delle rose in onore di santa Teresa di Gesù Bambino

Santissima Trinità, Padre, Figlio e...

Novena a Maria che scioglie i nodi

Novena a Maria che scioglie i nodi

  Come pregare la Novena: 1.Fare il...

Novene

Novene

a questo link troverete tutte...

La nostra casa...

LOGO ROISC

di spiritualità

News Vita

Parola per la vita

Riflessioni

Blog FdL

Cosa stai pensando?

Liturgia

vangelo.gif
Vangelo del Giorno 

Vangelo del Giorno AUDIO

Liturgia Audio 
Una parola per te! 

 

 

In evidenza

  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next

radiopadrematteoricci.it

radiopadrematteoricci.it

LA NOSTRA VITA: una Parabola raccontata …

LA NOSTRA VITA: una Parabola raccontata da Dio!

PERCHÉ NON DA TE?

PERCHÉ NON DA TE?

Appuntamenti

Lug
19

19 Luglio 2018 21:00 - 22:30

Lug
22

22 Luglio 2018 21:00 - 23:00

Omelia Vescovo Marconi - Consacrazione Lucia Giustozzi

Figli del Sacro Cuore

 

Pronunciata sabato 26 maggio 2018 presso la Chiesa di San Giorgio a Macerata

 

Scarica documento

Sostegno Pro-Terremoto

Chi volesse aiutare la nostra chiesa locale in questo momento di crisi dovuta al Terremoto può effettuare un versamento a:


Confraternita Sacre Stimmate di San Francesco

CAUSALE: OFFERTA PRO TERREMOTO
IBAN

IT88I0605513401000000018257

 

Potete segnalare il vostro nominativo con il vostro indirizzo email per permetterci di ringraziare per il vostro sostegno.

Omelie

Immacolata Concezione della B.V.M.

La prima lettura odierna riporta le parole con cui Adamo, appena compiuto il peccato e interrogato da Dio, cerca goffamente di difendersi: «La donna che tu mi hai posto accanto mi ha dato dell'albero e io ne ho mangiato».

Le stesse parole che, in quel tempo remoto, servirono all'uomo per accusare la donna del suo peccato, possono essere rilette – alla luce di Cristo – quali parole colme di speranza. I Padri della Chiesa ci hanno insegnato a guardare a Maria, l'Immacolata Madre di Dio, quale la Nuova Eva, che sovverte il comportamento ed il destino della prima Eva. A causa di Eva, Adamo peccò; a causa di Maria, l'uomo ha potuto essere riconciliato con Dio, per l'opera dell'unico Mediatore tra Dio e gli uomini, Cristo Gesù. L'Immacolata è il Giardino Sigillato, la Terra purissima dalla quale è germogliata l'umanità del Redentore. Maria è Immacolata perché l'Ultimo Adamo doveva essere formato da una Madre purissima, come il primo Adamo era stato tratto dalla terra vergine ed incontaminata. Maria è la Donna nuova che Dio ha affiancato, come Madre premurosa, all'Uomo nuovo, Gesù Cristo. Avendo generato il suo corpo fisico, Ella è giustamente riconosciuta anche come Madre del suo Corpo Mistico, Madre della Chiesa.

Ecco perché ogni cristiano vede in Maria non solo la Madre di Gesù, ma anche la sua propria Madre. Di qui il fatto che sia possibile pronunciare le stesse parole di Adamo peccatore con un significato tutto nuovo, volto in positivo: la Donna che Dio ci ha messo accanto non è più Eva, bensì Maria. E il frutto che Ella ci porge non è più quello del peccato, bensì il frutto della redenzione operata dal suo Figlio. Maria Immacolata, presente ai piedi della croce, ha raccolto per prima il frutto di quell'albero glorioso, e lo offre a noi, suoi figli. Noi possiamo allora dire al Signore con gioia e gratitudine, e non più con timore e vergogna: «La donna che tu mi hai posto accanto mi ha dato dell'albero e io ne ho mangiato».

Il momento culmine in cui ciò avviene è quando riceviamo la Santa Comunione eucaristica. L'antichissimo epitaffio di Abercio (sec. II) lo ricorda: «La fede mi ha guidato in ogni luogo e dovunque mi imbandì come alimento il pesce di fonte, grandissimo, puro, che la casta Vergine ha pescato e lo distribuiva agli amici perché si nutrano sempre, avendo un vino gradevole e lo dà misto con il pane». Questa testimonianza con tutta probabilità si riferisce a Maria Immacolata, la casta Vergine che distribuisce come alimento purissimo il pesce, l'ichtùs, antico acronimo greco che sta per «Gesù Cristo Figlio di Dio Salvatore».

Preghiamo l'Immacolata Concezione di volerci sempre garantire questo Nutrimento. ChiediamoLe di sostenere sempre il nostro cammino verso l'altare del Sacrificio del Signore, lì dove troviamo il Pane della vita e il Calice della salvezza.

Fonte:Congregazione per il Clero

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Anti-spam: complete the task

Sostienici

Tutti i servizi che offriamo sono totalmente gratuiti e svolti con generosità dai nostri giovani. Se vuoi sostenerci e fare in modo che possiamo realizzarli sempre meglio ora puoi farlo con una piccola donazione. Grazie in anticipo.

 

Donazione Paypal

Cerca

Seguici su Facebook

 

Seguici su...

Rss
Facebook
Facebook
Googleplus
Twitter
Youtube
Youtube

Affidamento al Cuore

Immacolato di Maria

 

 

 

 

san filippo

 

Chiesa S. Filippo Neri

 

san filippo

Via Lauretana

vergine_lauretana

Spettacoli Musicali

nota_musicale.gif

Vuoi organizzare spettacoli musicali in parrocchia o nel tuo paese?
Contatta:
FRANCESCA: 347.8685855
eMail:

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter gionaliera!